Sramatura

Quando l’albero è a terra, si può iniziare a sramarlo. Può essere un lavoro pericoloso se non viene eseguito correttamente. Occorre controllare costantemente la posizione della punta della barra per evitare che tagli un ramo nascosto a causa del contraccolpo della punta.

Come sempre, tenete saldamente il pollice sinistro sull'impugnatura anteriore e date pieno gas prima di iniziare il taglio. Programmate bene il vostro lavoro e pensate all’operazione successiva.

1. Altezza e posizione di lavoro corrette

Per sramare un albero, bisogna stare sulla parte sinistra del tronco. La posizione di partenza è a gambe divaricate, con la schiena diritta e la motosega appoggiata al tronco. Se l’albero è appoggiato sulla chioma e sui rami, oppure su un ceppo o un sasso, si trova a una buona altezza di lavoro e voi potrete lavorare bene e in sicurezza.

Partite dalle radici e proseguite verso la cima. Tenete sempre il tronco come protezione fra voi e la motosega mentre lavorate sull'albero.

2. Come sramare alberi a foglia larga

A. I rami sul lato del tronco possono essere tagliati con la catena in spinta. Appoggiate il corpo della motosega contro il tronco e ruotate la lama verso il ramo.

B. Potete tagliare i rami verticali dalla cima del tronco con la motosega appoggiata lateralmente, con catena in spinta o in trazione. Comandate il gas con il pollice.

C. Se i rami più grossi premono in terra, dovete tagliarli da sotto con la catena in spinta, per evitare che la barra e la catena si blocchino nel ramo. Per prima cosa, fate un taglio superficiale sulla parte alta per evitare che il ramo si sfaldi. Fate attenzione perché potrebbe scattare alla conclusione del taglio.

D. Consigliamo di segare i rami molto spessi o di forma irregolare pezzo per pezzo. Per prima cosa, praticate un taglio sul lato inferiore, quindi procedete da sopra. Durante la sramatura, il rischio di contraccolpi è molto elevato.

3. Conifere

Le conifere, che spesso hanno rami più numerosi e fini rispetto alle piante a foglia larga, possono essere sramate alternativamente con catena in spinta o in trazione. Lasciate scorrere la motosega lungo il tronco per ridurre la fatica su braccia e schiena. Quando lavorate con la catena in spinta dalla stessa parte di dove siete voi, potete supportare la motosega con la gamba sinistra. Mantenete però sempre la motosega dall'altra parte del tronco quando muovete i vostri piedi.

4. Sramatura del lato inferiore del tronco

Dopo aver sramato il tronco fino alla punta, ruotatelo e sramate la parte inferiore. Cercate di appoggiarlo su un sasso, un ceppo o un moncone per ottenere un’altezza di lavoro comoda.