Vibrazioni alla mano e al braccio

Prefazione

La Direttiva 2002/44/CE definisce i requisiti minimi di protezione dei lavoratori in termini di salute e sicurezza relativamente all’esposizione alle vibrazioni meccaniche.

Il livello di esposizione alle vibrazioni viene calcolato in relazione a un valore di esposizione per 8 ore di lavoro standardizzato, A(8). Il valore A(8) definito deve quindi essere confrontato con i valori di azione e limite di esposizione. Poiché la Direttiva definisce i requisiti minimi, è essenziale verificare anche la legislazione vigente in ogni stato membro per determinare se definisce limiti di esposizione più rigidi.

In base al Valore di azione (EAV) e al Valore limite di esposizione (ELV), il datore di lavoro ha l’obbligo di adottare misure appropriate per contenere l’esposizione alle vibrazioni.

Valore attivo di esposizione (EAV)

Se un operatore è esposto a un livello di vibrazioni A(8) che supera l’EAV a 2,5 m/s2, il datore di lavoro deve effettuare una valutazione dei rischi e adottare misure di controllo. Per ulteriori dettagli, si veda la Direttiva 2002/44/CE e la legislazione degli stati membri.

Valore limite di esposizione (ELV)

In ogni caso, i lavoratori non devono essere esposti a un livello superiore all’ELV (5,0 m/s2).

Provvedimenti consigliati per ridurre l'esposizione alle vibrazioni.

Utilizzare esclusivamente attrezzi a motore a basse vibrazioni. Questa può essere considerata la raccomandazione più importante. In genere, i dati relativi alle vibrazioni sono riportati nelle informazioni tecniche del produttore.

Ridurre il tempo di utilizzo dell'attrezzo. Poiché il valore A(8) è correlato sia al valore di vibrazioni che al tempo di esposizione, un’alternativa è sempre ridurre il tempo di lavoro.

Assistenza e manutenzione della macchina. Seguire le raccomandazioni del produttore, in particolare relativamente alla manutenzione del dispositivo di taglio e degli elementi rotanti che possono disequilibrarsi in seguito all’usura.

Calcolatrice dell’esposizione alle vibrazioni della mano e del braccio

Il calcolatore è stato progettato come ausilio per il calcolo dell’esposizione alle vibrazioni nelle seguenti condizioni:

Valore di vibrazioni equivalente, ahv,eq. Misurato ai sensi della norma ISO 5349-1 oppure secondo la norma di misurazione vigente basata sulla norma ISO 5349-1 per prodotti a motore specifici.

Tempo tipico di esposizione giornaliera, Texp. Il tempo di esposizione è sempre inferiore al tempo di lavoro giornaliero. Per la maggior parte degli utensili elettrici, la stima di Texp deriva da uno studio internazionale (Rapporto Tecnico CEN - “Linee guida per la valutazione dell’esposizione alle vibrazioni trasmesse alle mani sulla base delle informazioni fornite dai produttori dei macchinari”). Per i tipi di macchine non inclusi nel rapporto, Texp è stato calcolato sulla base degli studi sui tempi. Vedere Tabella 1.

Pertanto, la valutazione di A(8) è valida solamente in queste condizioni. Qualora la macchina sia utilizzata in un’applicazione di lavoro non standard oppure il tempo di esposizione non sia rilevante, occorre tenerne conto in sede di valutazione di A(8).

Istruzioni per l’uso

Il calcolatore è suddiviso in due sezioni: la sezione sinistra produce immediatamente il valore di esposizione A(8) di ogni singolo utensile elettrico sulla base di un tempo di utilizzo di 8 ore.

La sezione destra è un calcolatore vero e proprio e permette di calcolare l’esposizione parziale di ogni utensile per tempi di utilizzo diversi da 8 ore. Qualora il lavoratore utilizzi diversi utensili elettrici durante la giornata di lavoro, il calcolatore consente di calcolare anche i rispettivi valori di esposizione A(8) totali.

Scelta del modello di utensile elettrico. Il valore A(8) del modello selezionato e il valore di vibrazioni equivalente del modello ahv,eq appariranno accanto al campo del modello nella sezione sinistra. Nel campo viene inserita una riga per ogni modello.

Per calcolare un nuovo valore di esposizione A(8) nel caso di utilizzo di diversi utensili elettrici o tempi di esposizione differenti è sufficiente inserire i tempi di lavoro quotidiani stimati per gli utensili specificati nei campi vuoti. Il risultato di ogni utensile viene visualizzato nella colonna di esposizione giornaliera parziale. Qualora si utilizzino più utensili, il calcolatore visualizzerà il valore di esposizione A(8) totale degli utensili per l’intera giornata di lavoro sotto la colonna di esposizione giornaliera parziale.

Le luci in basso cambieranno con il valore A(8).
Verde - L'esposizione giornaliera alle vibrazioni è inferiore a 2,5 m/s².
Giallo - L'esposizione giornaliera alle vibrazioni è sopra al valore di azione a 2,5 m/s².
Rosso - L'esposizione giornaliera alle vibrazioni è superiore al valore limite di esposizione a 5 m/s².

Per cancellare tutte le celle e ricominciare, fare clic sul pulsante "Azzera modulo".

Calcolo per attrezzi a motore non elencati

Il valore di esposizione A(8) è conosciuto

Il calcolatore prevede due opzioni per inserire le vibrazioni mano-braccio di altri utensili elettrici. L’opzione più semplice è quando i valori di esposizione A(8) di tali utensili sono noti.

Selezionare “altro” dalla lista dei modelli. Selezionando “altro”, il calcolatore utilizza automaticamente il tempo tipico di esposizione alle vibrazioni per il gruppo di utensili selezionato. Vedere Tabella 1.

Inserire il nome nel campo del modello (facoltativo).

Inserire il valore di esposizione A(8) nella terza colonna della sezione sinistra. Utilizzare quindi il calcolatore come descritto nella sezione “Istruzioni per l’uso”.

Il valore di esposizione A(8) è sconosciuto

Se il valore di esposizione A(8) è sconosciuto, occorre determinare il valore di vibrazione equivalente ahv,eq per ciascuna impugnatura. Per determinare ahv,eq è necessario conoscere i valori di accelerazione della vibrazione ahv per ciascuna impugnatura e modalità di lavoro. ahv è la radice quadrata della somma aritmetica dei quadrati dei valori di vibrazione ahw misurati su tre assi dell’impugnatura e deve essere comunicato dal costruttore.

equazione 1: ahw = radice quadrata della somma di a²hwx + a²hwy + a²hwz (1)

Il valore di vibrazione equivalente ahv,eq è la somma delle vibrazioni nelle varie modalità di lavoro. Qui, la calcolatrice utilizza ahv in collegamento con le sequenze di ciascuna modalità operativa ti al fine di calcolare ahv,eq. ahv,eq deve essere calcolato separatamente per ciascuna impugnatura. Tuttavia, poiché viene utilizzato solo il valore peggiore dell’impugnatura, sarà questo a dover essere inserito nella calcolatrice. Ora, la calcolatrice determina il valore giornaliero di esposizione A(8) visualizzato nella sezione sinistra della calcolatrice. La calcolatrice utilizza la terza equazione (3) per determinare l’esposizione giornaliera normalizzata a 8 ore A(8) utilizzando il valore di vibrazione equivalente ahv,eq. e il tempo Texp tipico di esposizione giornaliera per quel determinato attrezzo. Vedere tabella 1.

Equazione 2: ahveq = radice quadrata della somma di 1 diviso per T derivato di n by i=1 moltiplicato per a²hvi moltiplicato per ti (2)
Equazione 3: A(8) = ahveq moltiplicato per la radice quadrata di Texp diviso per 8 (3)

Selezionare “altro” dalla lista dei modelli. Selezionando “altro”, il calcolatore utilizza automaticamente il tempo tipico di esposizione alle vibrazioni per il gruppo di utensili selezionato. Vedere Tabella 1.

Inserire il nome nel campo del modello (facoltativo).

Inserire il valore ahv,eq più elevato dell’utensile nella seconda colonna della sezione sinistra del calcolatore. A questo punto, il calcolatore determina il valore di esposizione giornaliera A(8) visualizzandolo nella terza colonna della sezione sinistra.

Tabella 1 – Tempi di esposizione giornalieri tipici

Tempi tipici di esposizione giornaliera per l’uso di singoli utensili elettrici durante una giornata di lavoro di 8 ore. Estratto de CEN-Technical report “Guideline for the assessment of exposure to hand-transmitted vibration based on information from manufacturers of machinery”.

Tipo di macchina Applicazione Tempo di esposizione tipico
Motoseghe con impugnatura alta Utilizzo per taglio alberi 2,4 ore
Motosega prof.<80 cm³ Abbattimento in agricoltura, Rurale 3,7 ore
Motosega prof.<80 cm³ Sezionatura di legna pesante 3,7 ore
Rifinitura di erba Architettura del paesaggio 4,0 ore
Decespugliatore Manutenzione delle strade, architettura del paesaggio 3,5 ore
Decespugliatori Architettura del paesaggio 3,5 ore
Soffiatore Impieghi municipali 3,0 ore
Decespugliatore leggero Architettura del paesaggio 3,0 ore
Mototroncatrice (portatile) Edilizia 1,0 ora
Mototroncatrice (carrellata) Edilizia 2,5 ore

Attenzione: i tempi di esposizione giornalieri tipici indicati sono stati calcolati in test sul campo in condizioni comuni. Nel 90% di tutte le applicazioni analizzate, il tempo di esposizione giornaliero è stato rilevato come più breve dei valori indicati in tabella. Si stima che il 10% delle applicazioni analizzate presenta tempi di esposizione più lunghi. Per questo, è importante che il lavoro specifico venga analizzato attentamente al fine di poter stabilire se il tempo di esposizione è superiore.

Tabella 2 – Sequenze di tempo

Le sequenze di tempi delle modalità di utilizzo di motoseghe e altri prodotti a motore sono descritte in CEN-Technical report “Guideline for the assessment of exposure to hand-transmitted vibration based on information from manufacturers of machinery”.

Tipo di macchina Al minimo Velocità nominale Velocità massima
Motoseghe con impugnatura alta 1/3 T 1/3 T 1/3 T
Motosega prof.<80 cm³ 1/3 T 1/3 T 1/3 T
Motosega prof.<80 cm³ 1/2 T 1/2 T
Rifinitura di erba 1/2 T 1/2 T
Decespugliatore 1/2 T 1/2 T
Decespugliatore 1/5 T 4/5 T
Soffiatore 1/7 T 6/7 T
Decespugliatore leggero 1/2 T 1/2 T
Mototroncatrice (portatile) 1/7 T 6/7 T
Mototroncatrice (carrellata) 1/7 T 6/7 T